Un giorno di ordinaria malinconia

Nell’aprile del 2012 viene pubblicato presso la casa editrice Youcanprint il libro di narrativa “Un giorno di ordinaria malinconia”. L’opera è la sintesi dei testi di Simone Sacchini, già autore dei racconti del blog www.raccontiapuntate.it,  e degli scatti in bianco e nero del fotografo Michele Turini che riuniscono le rispettive capacità artistiche in una pubblicazione dall’aspetto moderno: il libro è infatti caratterizzato, oltre che dal suddetto affiancamento di parole ed immagini, anche da una formattazione eccentrica che balza all’occhio anche semplicemente sfogliando il libro, dalla peculiare scelta di una numerazione di pagine inversa e soprattutto da uno stile narrativo incalzante che non concede tregua al lettore. Con questa pubblicazione i due autori cercano di metter piede (si tratta infatti del loro debutto su carta stampata) nel variegato e sterminato panorama dei libri di narrativa dando il loro personalissimo tocco. Si tratta di un racconto lungo o romanzo breve (per un totale di novantacinque pagine da leggere tutte d’un fiato) dall’impronta prettamente drammatica che ripercorre per filo e per segno quello che dovrebbe essere (soltanto nelle ultime pagine si capirà se lo sarà o meno) l’ultimo giorno di vita di Claudio, il protagonista della storia, un uomo depresso alle prese con la possibilità di porre fine a tutta la sua sofferenza di vivere e suicidarsi. Alla narrazione principale riguardante la vita di Claudio, si affiancano spezzoni della vita dei suoi amici, gli amici che Claudio non sente più suoi, andando a formare un puzzle che troverà il tassello finale soltanto nell’epilogo della vicenda. Una cosa è sicura: non si tratta del libro di narrativa che si è soliti trovare in libreria.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *