trattamenti-medicina-estetica

Italia al settimo posto per gli interventi di medicina estetica

L’Italia è il settimo paese al mondo per numero di interventi di chirurgia estetica. È quanto emerge da un’indagine condotta dalla Società di Medicina a indirizzo estetico Agorà-Amiest secondo cui a rivolgersi alla medicina estetica sono in particolare le donne di età compresa tra 35 e 55 anni, anche se negli ultimi anni sono aumentate le richieste da parte degli uomini.
L’analisi ha rilevato che l’80% delle persone che si sottopone ai trattamenti estetici sono donne residenti in centri di piccole dimensioni.
I trattamenti di medicina estetica più richiesti in Italia sono la luce pulsata, la radiofrequenza, la carbossiterapia egli ultrasuoni.
Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Come funziona la carbossiterapia

Questa tecnica, nata nei primi del 900 in Francia per trattare le arteriopatie, si utilizza per combattere cellulite, rughe, smagliature e cicatrici. La carbossiterapia consiste nell’iniettare sottopelle con un ago sottile anidride carbonica. In questo modo si riattiva il metabolismo cellulare e gli enzimi capaci di sciogliere e riassorbire i grassi. Questo trattamento agisce anche sulla circolazione sanguigna che ossigena meglio i tessuti e permette un più facile smaltimento di scorie e gonfiori. Le sedute variano in base alla patologia affrontata e ha una durata di circa 15 minuti.

Cose da sapere sulla luce pulsata

Il trattamento di epilazione a luce pulsata ha l’obiettivo di risolvere il fastidioso problema dei peli superflui. Lo scopo principale della epilazione a luce pulsata consiste nella distruzione della melanina nei peli mediante una particolare apparecchiatura elettronica detta IPL (o Intense Pulsed Light).
La melanina contenuta nel follicolo pilifero assorbe la luce emessa dalla apparecchiatura elettronica, in questo modo si riescono a causare danni meccanici e termici a ciascun follicolo pilifero, senza effetti spiacevoli sui tessuti circostanti.
Una seduta di epilazione a luce pulsata ha una durata variabile dai 30 minuti ai 60 minuti in base all’ampiezza dell’area da trattare. La luce pulsata può comunque essere utilizzata su quasi ogni parte del corpo. Fanno eccezione l’area dei genitali, le zone perioculari, la barba maschile e il cuoio capelluto. Dopo un ciclo di circa 5 o 6 trattamenti, la ricrescita dei peli diminuisce di circa l’80%.

Cos’è la radiofrequenza e come funziona

La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo ed è usata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle causati dalla cellulite. La radiofrequenza sfrutta l’effetto generato da appositi apparecchi medicali a emissione bipolare, attraverso l’emissione di onde radio dal derma sino all’ipoderma. Le onde radio, sfruttando le caratteristiche di conduttività del tessuto trattato, lavorano in profondità nel derma creando un effetto termico e stimolando la sintesi di nuovo collagene. Per poter effettuare senza inconvenienti il trattamento la pelle non deve essere scottata né deve presentare dermatiti per evitare peggioramenti o irritazioni. Già con poche sedute mirate si può rimodellare fino al 25% degli inestetismi senza danneggiare l’epidermide, rigenerando un aumento di tonicità cutanea che può rendere la pelle più liscia e luminosa, correggendo quelle imperfezioni che spesso la sola cosmesi non può attenuare.

Ultrasuoni a cosa servono

Gli ultrasuoni sono particolarmente indicati nel trattamento estetico di tutti gli inestetismi della cellulite. Il principio alla base del trattamento degli ultrasuoni è l’emissione di onde sonore ad alta frequenza che hanno l’effetto di aumentare il flusso sanguigno nelle zone trattate, permettendo all’ossigeno di passare negli interstizi cellulari adiposi e sciogliere il grasso attraverso la lipolisi che è la combustione del grasso stesso. Grazie a questo processo, gli ultrasuoni non solo possono ridurre la cellulite, ma possono anche rimuovere il grasso depositato e ridurre le dimensione e i contorni del corpo. La terapia ad ultrasuoni non è invasiva, infatti, sembra più un massaggio che un trattamento medico perché è completamente indolore ed i risultati sono quasi istantanei. Le sedute variano a seconda delle varie tipologie di cellulite e durano poco meno di un’ora.

IPR Marketing tempo reale: sondaggio sul dopo Brexit

ipr-marketing-sondaggi

 

Nella puntata di Porta a Porta andata in onda il 24 giugno scorso è stato presentato il sondaggio di IPR Marketing tempo reale sugli effetti che l’imminente uscita del Regno Unito dalla Ue ha avuto sugli italiani.  L’istituto di analisi e ricerche di mercato ha chiesto ad un campione di 1000 cittadini italiani come avrebbero votato se il referendum fosse stato fatto anche nel nostro paese. I dati raccolti dall’istituto di ricerca e analisi di mercato Ipr Marketing dimostrano che  gli italiani intenzionati a rimanere nell’Unione Europea sono solo il 45%, il 10% in meno rispetto al dicembre dello scorso anno, contro il 43% che invece dichiara di voler seguire l’esempio dell’Inghilterra. E’ interessante notare che ben il 90% di coloro che sono favorevoli alla permanenza dell’Italia in Europa voti PD, mentre i più scettici siano gli  elettori del M5S, Lega Nord e Forza Italia.

Stessa tendenza anche per quanto riguarda la domanda sulla moneta. Per il 94% dei votanti Lega bisogna ritornare alla vecchia lira, mentre per il 94% dei votanti del PD è preferibile continuare ad usare l’euro.

L’istituto di analisi e ricerche di mercato ha chiesto agli intervistati un’opinione sul mutare della situazione italiana dopo la Brexit. I dati raccolti sono abbastanza frammentati,  specchio forse della confusione e dell’incertezza di questi giorni, in quanto il 10% degli intervistati sostiene che le cose miglioreranno, il 43%  si dice pessimista e il 33% vede la situazione immutata.

Sulle cause che hanno portato alla Brexit i cittadini intervistati sembrano avere le idee chiare. Il 47% punta il dito contro l’Europa, a cui viene attribuita tra l’altro la responsabilità della crisi economica che ci ha investito in questi ultimi anni. A tal proposito il 58% degli italiani si dice estremamente scettico circa il futuro dell’Europa, inoltre ben il 72% ritiene che il Regno Unito non sia un caso isolato, anzi, possa aver dato il la ad un’ondata di antieuropeismo anche da parte di altre nazioni.

Alla domanda dell’Istituto di ricerca e analisi di mercato IPR  Marketing sul sentimento che gli italiani provano verso l’Europa oggi il 50% dichiara di sentirsi meno sicuro proprio perché l’Italia è nell’Unione Europea contro il 44% che si dimostra invece più fiducioso.

Sono dati interessanti questi raccolti da IPR sondaggi in quanto dimostrano che l’effetto Brexit si sta facendo sentire non solo in borsa ma anche nelle opinioni dei cittadini europei.

Graduatoria sindaci Sole 24 ore: IPR Marketing promuove Fara Sabina

Sindaco Basilicata | Fara Sabina

A Fara Sabina si vive molto bene.
Il dato emerge dalla ricerca di opinione condotta, scegliendo tra i Comuni che si avviano al voto, dall’istituto Ipr Marketing diretto da Antonio Noto in collaborazione su un campione di 600 cittadini maggiorenni residenti a Fara. Che la qualità della vita sia elevata ne è convinto l’87% degli intervistati, raggiunti telefonicamente, nel mese di marzo. “Un dato – spiega Marco Marturano, presidente della Game Managers & Partners, società che ha collaborato alla realizzazione della ricerca – che ci dice come Fara non sia una città del ‘benessere’ ma del ‘benestare’, e cioè una città dove si vive meglio rispetto ad altre parti”. Tra i motivi principali il carattere “residenziale” del territorio e i servizi principali a portata di mano.

I dati elaborati dall’istituto di ricerche e analisi di mercato Ipr Marketing Tempo Reale rivelano come per 6 cittadini su 10 il Comune di Fara Sabina sia amministrato molto bene (il 60%), contro il 30% che è convinto che lo sia molto male e il 10% che non si esprime. Entrando poi nel vivo dell’operato dell’amministrazione, l’80% del campione ritiene che abbia fatto molto per la gestione dei rifiuti, la raccolta differenziata e l’ambiente. Il governo cittadino riceve molti apprezzamenti, il 70%, anche per gli ormai famosi giardini pubblici che sono valsi a Basilicata l’appellativo di «sindaco dei giardinetti». L’unica bocciatura arriva su manutenzione delle strade, illuminazione decoro e arredo urbano: per il 53% non è stato fatto nulla, per il 45% molto.

Nel complesso quindi è un bilancio positivo quello del secondo comune della provincia anche se il risultato migliore lo ottiene proprio il sindaco Davide Basilicata definito dal 72%  dei cittadini intervistati un buon sindaco, contro un esiguo 18% che dice il contrario, gli altri invece non si esprimono.

 

A Roma è la rabbia il sentimento più diffuso tra i cittadini

sondaggio-roma-elezioni-comunali

Le elezioni comunali si avvicinano.
Si voterà nelle principali città italiane tra cui Roma. In questa città l’istituto di ricerche di mercato IPR Marketing oltre alle intenzioni di voto anche gli umori dei cittadini romani sulle condizioni di vita della capitale. I dati del sondaggio ci mostrano che la maggioranza degli intervistati, circa il 73%, si dice insoddisfatta contro il 22% che invece si dice abbastanza soddisfatto. I più delusi sono gli adulti l’85%e le donne il 79%, secondo loro la qualità della vita attualmente a Roma è peggiorata rispetto a 6/7anni fa, durante cioè le amministrazioni di Veltroni e Alemanno.

Il malumore che serpeggia nella capitale è dovuto probabilmente agli scandali politici degli ultimi anni e alle emergenze sociali, non ultime le dimissioni del sindaco Ignazio Marino. Tutto ciò non ha fatto altro che rovinare, secondo i romani, l’immagine di Roma a livello nazionale per il 72,9% degli intervistati e per il 69% invece il prestigio è sceso a livello internazionale. Inoltre il 76,2% afferma che il dialogo tra la cittadinanza e le istituzioni è peggiorato in questi anni anche perché queste ultime sono state commissariate.

Dal sondaggio IPR emerge che il sentimento che prevale in città, per quanto riguarda la situazione politica attuale e il funzionamento dell’amministrazione, è la rabbia per più del 50% dei cittadini e al secondo posto c’è la delusione e fanalino di coda la speranza per il 10%. E’ in questo quadro non proprio roseo che si svolgeranno le prossime elezioni comunali. Tuttavia la maggioranza dei cittadini romani sta seguendo con interesse l’attualità politica, circa il 58%.I più interessati sono gli anziani e gli uomini, rispettivamente il 63% e 61%, mentre scende tra i giovani fermi al 47%.

E’ inoltre interessante sapere che il 64% andrà sicuramente a votare, tra questi ci sono più giovani il 66,2% e le donne il 64,3%. E’ un dato da notare questo vista la scarsa affluenza alle ultime elezioni e la mancanza di fiducia nei confronti della politica ma mostra altresì che i cittadini hanno voglia di cambiare e dare una svolta alla loro città.

oroscopo di oggi online

Cos’è un segno zodiacale

 

Cos’è il segno zodiacale

Lo Zodiaco

L’etimologia del termine Zodiaco ci riporta all’antico greco “Zoon” che si riferisce all’immagine sia di uomini che di animali. E’ una fascia immaginaria, detta appunto Zodiaco, che corrisponde alla porzione di cielo formata dalla linea dell’’eclittica (percorso che il sole compie attorno alla terra in un anno),che si estende verso l’alto e verso il basso per 8°. Al suo interno si riconoscono quelle che in astronomia sono definite Costellazioni. Essendo circolare, questa fascia misura 360°, già le antiche civiltà sviluppatesi nell’era precristiana, come i Babilonesi, le avevano suddivise in 12 parti uguali di 30° ciascuna, ognuna corrispondente ad un segno zodiacale, definito in base al percorso del sole in quella data. Lo Zodiaco non fa riferimento solo al movimento del sole, ma anche a quello di altri astri, come la luna e i pianeti. Clicca qui per leggere l’oroscopo del tuo segno aggiornato quotidianamente!

 

Quali sono i segni zodiacali

I segni zodiacali sono 12, questo è l’ordine cronologico in cui si susseguono: Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci. Ognuno di essi ha un segno caratteristico che appartiene al mondo naturale, come l’acqua, o al mondo animale come nel caso dei pesci, dello scorpione, dell’ariete e del toro; al mondo dell’uomo come la vergine e i gemelli, oppure a strumenti come nel caso della bilancia.

Come conoscere il proprio segno zodiacale

Il sole, nel suo moto apparente, poiché in realtà è la Terra che si muove attorno al Sole, impiega 12 mesi, per cui trovandosi in un segno zodiacale, trascorre un mese per passare a quello successivo. Quindi per sapere a quale segno zodiacale ognuno di noi appartiene, basta conoscere la data di nascita e collegarla alla posizione del sole in quel giorno. E’ importante tenere conto anche dell’ora della nascita (per chi non lo sapesse, reperibile grazie all’estratto di nascita) perché potrebbe corrisponde al momento del passaggio del Sole nel segno successivo. Senza dubbio, da tenere in considerazione è anche il luogo in cui si è nati, in quanto il Sole, alla stessa data e alla stessa ora, occupa un posto diverso nel cielo in base alla latitudine.

 

Le date corrispondenti ai 12 segni zodiacali

Ecco qui di seguito la posizione del Sole nello Zodiaco e il suo passaggio da un segno all’altro di mese in mese: Ariete dal 21 marzo al 20 aprile, Toro dal 21 aprile al 20 maggio, Gemelli dal 21 maggio al 21 giugno,Cancro dal 22 giugno al 22 luglio, Leone dal 23 luglio al 23 agosto, Vergine dal 24 agosto al 22 settembre, Bilancia dal 23 settembre al 22 ottobre, Scorpione dal 23 ottobre al 22 novembre, Sagittario dal 23 novembre al 21 dicembre, Capricorno dal 22 dicembre al 20 gennaio, Acquario dal 21 gennaio al 19 febbraio e Pesci dal 20 febbraio al 20 marzo.

L’ascendente

E’ il segno che spunta all’orizzonte al momento esatto della nascita di una persona, esso si sposta nell’arco di un giorno, dunque di 24 ore, quindi è ancora più legato, rispetto a quanto non lo sia già il sole, all’ora precisa della nascita. Calcolare l’ascendente di una persona è altrettanto importante che il segno zodiacale, in quanto indica il rapporto che essa instaura col mondo circostante, le sue inclinazioni, il modo di affrontare la vita, la sua personalità.

Gli elementi

I segni zodiacali, sin dall’antichità, sono stati classificati all’interno dei quattro elementi della natura fondamentali per l’uomo: aria, acqua, terra e fuoco. Una personalità armonica vede la presenza di una parte di ciascuno dei quattro elementi.
Sono segni di Aria, Gemelli, Bilancia e Acquario; ai segni di Acqua appartengono: Cancro, Scorpione e Pesci; fra i segni terra abbiamo Toro, Vergine e Capricorno; infine, sogni di Fuoco: Sagittario, Ariete e Leone.

Regionali Campania: testa a testa fra De Luca e Caldoro

Il Mattino ha pubblicato il sondaggio sulle intenzioni di voto alle elezioni regionali in Campania di IPR Marketing. I risultati che sono emersi sono di una perfetta parità fra il candidato del centrosinistra Vincenzo De Luca, al centro delle polemiche in questi giorni a causa delle discusse candidature nelle liste in suo sostegno, e il presidente uscente Stefano Caldoro, ricandidato dal centrodestra.  I due principali candidati alla carica di governatore sono sostanzialmente fermi al 37% secondo il sondaggio IPR.

Terza nella corsa alla conquista della poltrona della Regione Campania, e vera sorpresa del sondaggio IPR, è la candidata del Movimento5Stelle Valeria Ciarambino, che ottiene il 22% delle preferenze salendo di ben 8 punti rispetto a marzo.

L’ex sindaco di Castellammare di Stabia nonché ex parlamentare Salvatore Vozza della lista Sinistra al lavoro raggiungerebbe il 3,5% secondo IPR mentre Marco Esposito della lista Mo! ottiene un irrilevante 0,5% di preferenze.

Dai risultati emersi dall’indagine dell’istituto di ricerche e sondaggi emerge inoltre che gli altri partiti del centrosinistra è da sottolineare un crollo del PD rispetto alle elezioni europee (20%), seguito dalle liste De Luca Presidente 5%, Campania Libera 3%, Campania in rete 2,0%, Udc 2%, Partito Socialista Italiano 1%. Nel centrodestra tiene Forza Italia al 19,5%, ai cui si uniscono le liste Caldoro Presidente 6%, Ndc-Campania Popolare 5%, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale 4%. Le ultime liste sono Movimento 5 Stelle 23%, Sinistra al lavoro per la Campania – Sel 2,5, Lista MO! 0,5%.

Infine Ipr registra anche la quota di elettori che in questo momento non indica un’intenzione di voto ben il 57%. L’istituto di Antonio Noto dettaglia anche le cifre dell’astensione e degli indecisi, rispettivamente il 30% e il 57%. In pratica l’impressione che emerge principalmente da questo sondaggio è che l’incertezza fotografata oggi resterà tale fino all’apertura dei seggi.

Disoccupazione: l’importanza del recupero anni scolastici

Tutti sappiamo che oggi in Italia la disoccupazione è molto diffusa, sopratutto tra i giovani. Le offerte di lavoro scarseggiano, e la maggior parte delle richieste di personale copre brevi periodi con contratti non proprio vantaggiosi per il lavoratore. E’ quindi estremamente importante presentarsi sul mercato del lavoro preparati, con tutte le “carte in regola” per aumentare la nostra visibilità e quindi le possibilità di essere scelti per un determinato lavoro. A fare la differenza non è solo l’esperienza in una determinata mansione, ma anche il poter inserire nel proprio curriculum le giuste certificazioni sul nostro percorso formativo.

Uno dei principali elementi è senz’altro l’avere un diploma giuridicamente valido, che non solo ci permette di poter candidarci anche a lavori statali (per partecipare a tutti i bandi nazionali è obbligatorio un diploma) ma ci permette anche di certificare le nostre effettive abilità pratiche, presentandoci meglio ad un eventuale datore di lavoro, che darà sicuramente la priorità a chi ha effettuato un percorso di studi ottimale. E’ da considerare inoltre che per molti lavori, sopratutto quelli manuali, è obbligatorio possedere un diploma per poter praticare la mansione. Inoltre  il datore di lavoro è incentivato ad assumere lavoratori diplomati, considerando che esistono normative che prevedono incentivi fiscali.

Se non si possiede un diploma è consigliabile (se non essenziale) il recupero degli anni scolastici. Oggi è possibile farlo anche online, attraverso piattaforme di e-learnig che mettono a disposizione materiale didattico di qualità comodamente online, permettendo anche al candidato di contattare professori per eventuali dubbi e di valutare il proprio livello di preparazione periodicamente grazie alle verifiche online. Questa soluzione è l’ideale anche per chi non ha a disposizione molto tempo libero, permettendogli di accedere al materiale online in qualsiasi momento.

((E’ il caso di recuperoanniok.it, network di siti web dedicati alla formazione ed al recupero anni online)).

Essendo, inoltre, il mercato del lavoro stracolmo di disoccupati e con pochi offerenti, differenziarsi positivamente è forse l’unico modo per aumentare esponenzialmente le proprie possibilità. Un datore di lavoro, sopratutto in caso di giovani, che si ritrova un curriculum in cui non compare alcun diploma, potrebbe facilmente scartare il candidato (purché con esperienza adeguata) a causa della mancanza di quest’importante esperienza. Perché scegliere un dipendente non diplomato, quando c’è ne sono a decine che soddisfano il requisito? Tuttavia non serve scoraggiarsi, il recupero anni scolastici non è così complicato, è sufficiente prendere l’iniziativa ed impegnarsi per il raggiungimento dell’obiettivo.

Come trovare il regalo perfetto per il tuo migliore amico

Se stai cercando di trovare il regalo perfetto per qualcuno che ti interessa, soprattutto se quel qualcuno è una persona speciale, può essere molto snervante. Hai bisogno di compiere un ulteriore sforzo per dimostrare quanto sia importante la suddetta persona per voi. Pertanto, trovare regali originali  è più facile a dirsi che a farsi. Quando si va in un negozio di souvenir, si è circondati da un mare di carte, adorabili peluche con messaggi accattivanti ed altri articoli da regalo, ma nessuno sembra giusto perché non state solo cercando di acquistare un regalo, ma un messaggio rivestito in carta da imballaggio, che trasmette l’importanza e la gioia di avere questa persona nella vostra vita.

Prima di andare fuori di testa per gli acquisti, pensate alle preferenze del tuo migliore amico personale, agli hobby, ai suoi interessi, ecc Questo è importante perché ognuno ha i propri gusti. Non c’è bisogno di saltare a conclusioni affrettate e non si può cadere nella disperazione se si seguono alcuni semplici suggerimenti:

  • Se il tuo migliore amico è amante dello sport come il tennis, allora si potrebbe regalare un orologioa forma di palla di tennis. Se questo risulta essere un troppo difficile e costoso si potrebbe optare per un parapolsini.
  • Nel caso in cui, il tuo migliore amico si rivela essere un appassionato di film, allora si può dono lui un DVD del suo film preferito o un cofanetto DVD contenente tutte le stagioni del suo show preferito.
  • Nel caso di una ragazza è possibile acquistare un bel braccialetto o un ciondolo o anche un paio di orecchini per lei condizione che si può permettere. Ma, poi di nuovo anche se si scopre di essere un acquisto stravagante suo sorriso renderà vale la pena.
  • Come affermato in precedenza in questo articolo, il regalo che si acquista deve rispondere agli interessi della persona per si sta comprando il dono. Se il tuo migliore amico ama viaggiare è possibile ottenere i biglietti aerei per una destinazione da sogno. Questo dono potrebbe rivelarsi un tesoro di ricordi per entrambi.

Siamo a vostra disposizione per tutto quello che dovete fare e possiamo suggerirvi molte opzioni a cui non avreste mai pensato. Ancora più importante.

Come avviare un e-commerce alimentare

Un e-commerce alimentare ha delle logiche un po’ differenti rispetto a un e-commerce, per esempio, di elettronica o un booking per le vacanze. Allo stesso tempo è differente da un negozio fisico, in cui la relazione tra commerciante e venditore è diretta e quest’ultimo può toccare con mano la merce proposta.

e_commerce_manInnanzitutto è necessario partire con una efficiente analisi preliminare. Dovete domandarvi: a chi interessa il mio prodotto? Da chi voglio essere trovato? La mia merce è competitiva sul mercato web? Ovviamente sono domande di rito che devono precedere qualsiasi azione pratica. Se vendete prodotti tipici del Salento, ad esempio, allora farete un’analisi dei competitor per capire se le vostre friselle, il vostro olio, il vostro vino possano competere con i loro in termini di qualità e prezzo. Dovete tenere presente che qui non c’è la possibilità di interagire con la clientela e che l’unico mezzo di persuasione è la presentazione del vostro sito. Voi comprereste un prodotto da preparare per i vostri figli senza alcuna garanzia di qualità? Beh, la vostra risposta è la stessa che dà il vostro target di potenziali acquirenti. Ciò significa che una delle linee guida deve essere quella della trasparenza. Le foto rivestono un ruolo fondamentale, devono essere esemplificative e invogliare all’acquisto; affidatevi a professionisti e non badate al risparmio su quelli che sono gli aspetti fondamentali del vostro business. Cercate inoltre di essere più chiari possibile quando descriverete i singoli prodotti, e spiegate in maniera semplice eventuali politiche sul reso; non siate pigri o svogliati altrimenti non raggiungerete mai risultati positivi e rischiate di rimetterci un sacco di soldi.

È necessario avere un’idea piuttosto chiara sulle vostre aspettative di guadagno. Un e-commerce ha un costo di avviamento e gestione sostanzioso, a cui aggiungere campagne AdWords, consulenze SEO (ovvero tutte quelle strategie necessarie a farsi trovare su Google, perché hanno il miglior sito, se non viene visualizzato, non serve a nulla) e pubblicità su Facebook. Non lasciarti scoraggiare però, ovviamente migliore sarà il lavoro fatto in fase di avviamento e più semplice sarà la gestione successiva.

L’e-commerce: attenzione a dove non si risparmia

L’acquisto di prodotti su internet oramai è divenuto un uso corrente per le compere e lo shopping degli italiani, siano essi giovani e quindi grandi utilizzatori del web, ma anche per individui più adulti e che si sono avvicinati da pochissimo tempo al mondo del digitale e dell’e-commerce.

L’acquisto di prodotti – ma anche, in taluni casi, servizi – spesso è sinonimo di convenienza e risparmio e si può dire, con tutta tranquillità, che questo è vero nella maggior parte dei casi, dato che la possibilità di visionare lo stesso prodotto in più siti e portali, comporta una visione chiara e completa sia sulla qualità del prodotto visionato, ma anche sul prezzo, così da poter (in pochi click) osservare dove e qual è il prezzo maggiormente conveniente, così da potersi assicurare un risparmio sicuro e garantito.

Però, questo non è sempre vero, dato che vi sono eccezioni che mostrano – spesso sotto falsi miti di offerte vantaggiose e miracolosi sconti – prodotti con prezzi per nulla convenienti, in taluni casi anche maggiorati (seppure sempre di poco, anche perché un prezzo ben più elevato dello standard risalta all’occhio anche all’acquirente meno esperto e poco cauto). Quindi è sempre buona regola controllare e star cauti negli acquisti, poiché spesso la fregatura è sempre dietro l’angolo, uso tipico è la spedizione che può nascondere piccole incongruenze o opzioni che possono essere (almeno al momento) non controllate e quindi poi, solo al momento del pagamento osservate; centro, in questo caso è facile bloccare il pagamento e decidere di non acquistare più il prodotto selezionato.

Però, c’è da dire che oramai l’e-commerce è davvero conveniente e una regola basilare è sempre quella di visionare prima dal vivo il prodotto che si vuole acquistare, magari in zona in un negozio che offre quel modello di aspirapolvere o quella lavatrice tanto desiderata, così da poter realmente controllare tutte le caratteristiche e le eventuali misure dell’oggetto desiderato, inoltre sarà possibile visionare anche il prezzo, così da vedere davvero quanto si potrà risparmiare.

I siti e i portali convenienti nella vasta galassia di internet sono innumerevoli, tra i tanti è presente girofferte.it che offre un catalogo di oltre 1.700.000 prodotti in promozioni, trovare quello che si desidera è facile, basta inserire la parola chiave dell’oggetto desiderato e poi osservare e segliere quello che più fa al proprio caso. Il sistema di filtraggio riguardanti prezzi e prodotti scontati poi assicura un ennesimo vantaggio economico.